Spalletti amaro: “Primo tempo da addormentati. E adesso questo pareggio può costarci molto caro…”

Ci sono grandi rimpianti per Luciano Spalletti dopo la frenata in casa con l’Atalanta. E ai microfoni di Premium Sport il tecnico della Roma non lo nasconde: “Rischia di essere un rimpianto. Noi si giocano le partite, ma questi rischiano di essere due punti persi. Se non ce la fai a vincere si vedrà la prossima. Se io devo dire qualcosa alla mia squadra non lo dico in televisione. Il primo tempo è stato deludente”.

“Abbiamo grandi potenzialità – aggiunge il tecnico – ma nel primo tempo abbiamo giocato male. Ci riposiamo. Si perdono distanze e linee guida. La squadra è forte, di prima qualità. Io dico che a Roma ho trovato la possibilità di lavorare e ce l’ho messa tutta. Risultati per il momento non sono da buttare via, ma non sono nemmeno soddisfacenti. Cambiando difesa, e modulo di gioco, qualche volta sorprendi l’avversario, ma puoi avere anche degli svantaggi”.

“Nel primo tempo abbiamo giocato al di sotto delle nostre potenzialità, abbiamo fatto un giro palla in maniera troppo lenta, non abbiamo sviluppato azioni veloci e abbiamo avuto poca qualità. Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio e meritavamo di più. Contro queste squadre in casa devi tentare di vincere ma se non ci riesci bisogna fare di tutto per vincere la prossima. Questa squadra ha grandi potenzialità, che nel secondo tempo ha fatto una buona partita, questo gruppo è forte ma probabilmente potevamo fare meglio nella gestione della palla”.

“Anche aver cambiato spesso formazione e modulo forse non ci ha aiutato a trovare quei meccanismi che le squadre che giocano sempre allo stesso modo hanno molto collaudati. Io a Roma ho avuto la possibilità di lavorare, ci ho messo tutto me stesso ma poi alla fine tireremo le somme. Per ora non è un risultato da buttare via, ne un grande risultato perché siamo usciti dalle due coppe: e alla fine qualcuno deve prendersi le proprie responsabilità”. La chiusura, che ha il sapore della resa, è con i complimenti ad Allegri: “Ha gestito al meglio la situazione. Vincere con i giocatori forti è difficile e questo vuol dire che ha molti meriti anche Allegri oltre che i giocatori della Juventus”.

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *