Pruzzo ne azzecca una: “Moreno, Pellegrini e Karsdorp? Servono due rinforzi veri per una grande Roma”

Molto raramente, forse quasi mai, ci troviamo d’accordo con le tesi che Roberto Pruzzo sciorina attraverso le emittenti radiofoniche che lo ospitano. Siamo convinti che fosse molto più bravo con i piedi e con la testa calcistica che non con le parole dettate dalla testa …mediatica. Ma arriva sempre l’eccezione e quando abbiamo sentito che non possono certo gli acquisti di Moreno, Pellegrini e Karsdorp consentire alla Roma di fare il salto di qualità non abbiamo potuto che trovarci d’accordo. Come ha detto l’ex bomber “servono almeno un paio di acquisti di alto profilo”.
E’ vero, anzi verissimo ma nessuno scopre la Luna quando pensa, dice o scrive che questo alla Roma non potrà avvenire. Lo sanno tutti, a cominciare da Di Francesco che ha sposato un progetto di rinnovamento; a Monchi, che ha trovato allettante poter ripartire da zero, o quasi, per rigenerare la squadra; ai tifosi che forse stanno ancora piagnucolando per Totti, che li tiene sulla graticola non ufficializzando la scelta circa il proprio futuro fuori dal campo. Tra l’altro, la prima domanda da porsi è: questa Roma con Moreno, Pellegrini e (forse) Karsdorp è migliorata rispetto a quella senza Salah e Szczesny?
Il mercato è ancora lungo, anzi lunghissimo e avremo tempo e modo per valutare il lavoro di quanti operano nel settore. Dal vertice londinese tra Pallotta, Monchi e Di Francesco sono state partorite solo frasi di circostanza circa l’ottimismo, le speranze, le illusioni su un futuro migliore. Ma si sa che del doman non v’è certezza…

Written by