Perché l’Inter vuole i big della Roma? Sabatini conosce bene i punti deboli della Società che ha abbandonato…

Non c’è giocatore della Roma di alto profilo che non venga accostato all’Inter. Prendiamo Ruediger e Nainggolan: non passa giorno senza che il tedesco e il belga non finiscano, loro malgrado, nel calderone delle notizie di mercato come possibili neo acquisti del club milanese. La stima di Spalletti nei confronti di entrambi è stata sempre evidente e ad ogni occasione il tecnico ha nesso in risalto le doti di entrambi. E allora la domanda sorge spontanea: perché per un giocatore tanto apprezzato come Ruediger l’Inter offre appena 20 milioni a fronte della richiesta doppia (cioè 40 milioni) del club giallorosso?
La risposta è nel passato di Walter Sabatini, e dello stesso neo-allenatore interista: nessuno meglio di loro conosce la situazione economica della Roma, delle aspettative di James Pallotta, interessato sempre e soltanto alle famose plusvalenze, al fair play finanziario che nonostante la miriade di operazioni degli ultimi anni (tutte firmate, guarda caso, da Sabatini) non è stato mai circoscritto. Anzi. In sostanza, l’Inter sa che la Roma ha l’acqua vicina, molto vicina alla gola e che le richieste che oggi hanno come responsabile Monchi sono ssempre e comunque condizionate dal parere del padrone americano.
Non sappiamo quanto siano veritiere le voci che vogliono proprio Mister James infastidito dal tira e molla del Liverpool per Salah. Fosse stato per lui, l’egiziano sarebbe già da qualche giorno oltre Manica, con una trentina di milione nelle case a stelle e strisce. Ma poi ci chiediamo: c’è stata davvero l’offerta dei Reds? Del doman non v’è certezza…

Written by