Parla l’altro ‘grande acquisto’, Florenzi: “Sono dieci mesi che aspetto il ritorno in campo. Schick? Un grande”

Alessandro Florenzi è intervenuto ai microfoni de i Radio Roma, l’emittente radiofonica ufficiale del club giallorosso, per rilasciare alcune dichiarazioni. Queste le sue parole.

Florenzi indosserà dal primo minuto la fascia da capitano nell’amichevole di venerdì con la Chapecoense…

Dopo un po’ di tempo farò il mio esordio in questa partita. Sarà una doppia emozione, bello. Non ho ansia, ma tanta voglia. Aspetto questo momento da 10 mesi.

Due infortuni…
Nel secondo caso ho fatto lo stesso protocollo del primo. E’ stata sfortuna. A parte il primo mese e mezzo, dove ho avuto un po’ di sbandamento, dopo sono ripartito alla grande. Sono passati 6 mesi e mezzo e sto bene.

E’ vero che in questi casi si scoprono i veri amici?
Ti da quel qualcosa in più. Non lo auguro a nessuno, ma ti scatta una cosa in più nella testa, diventi più forte. Devi aggrapparti alle persone che sai che non ti deluderanno.

Qualche minuto lo farà anche Schick contro la Chapecoense…
Abbiamo preso un grande calciatore, un futuro campione.

Che si diceva nello spogliatoio?
Eravamo contenti. Ci ha segnato, abbiamo visto le qualità che ha. E’ un valore aggiunto a questa rosa già competitiva.

Come hai vissuto da fuori la partita con l’Inter?
Al palo di Perotti ho pensato che potevamo perderla. Al terzo palo devi perdere, non c’è niente da fare. Dai seriamente, abbiamo fatto una buona partita. Se di quei tre pali ne fosse entrato uno sarebbe stata una partita diversa. Potevamo portare a casa una vittoria importante. Dobbiamo ripartire da quanto di buono è stato fatto.

Quando vi allenate si vede che vi piace quello che fate…

Si, sicuro. Quando lavori e riesci a rendere come vuole il mister è un punto in più. Il gol in partitella? Si, però lo voglio fare in partita.

Written by