La Roma, pensando al Liverpool, si ‘allena’ a Ferrara: 3-0 con autogol di Vicari (tifoso laziale!), Nainggolan e Schick

Rispetto alla partita contro il Chievo, Semplici schiera a centrocampo Everton Luiz e Schiattarella al posto di Viviani e Grassi. Difesa a tre con Cionek, Vicari e Felipe; in attacco la coppia Paloschi-Antenucci. Di Francesco, che dovrà gestire le energie in vista della semifinale di Champions contro il Liverpool, sceglie Peres e Silva (esordio assoluto per lui), in sostituzione di Florenzi e Kolarov. Riposo per Daniele De Rossi e centrocampo a tre con Gonalons, Pellegrini e Strootman. In attacco riposa Dzeko. La Roma si affida a Nainggolan, Schick ed El Shaarawy.

Primo tempo: Vicari, autogol e infortunio
Il primo tempo si conclude con il vantaggio momentaneo della Roma, grazie all’autogol di Vicari, il secondo in questa stagione. Al 7′ la squadra di Di Francesco conquista un calcio di punizione dalla destra, Silva calcia in porta, ma Meret si difende in due tempi. Dopo la conclusione di Lazzari che non sorprende Alisson, all’11’ c’è un contatto in area tra Fazio e Antenucci: la Spal protesta perché Tagliavento lascia correre. Al 14′ Schick cerca El Shaarawy in area di rigore, ma il pallone finisce tra le braccia di Meret. La squadra di Semplici ha certezze difensive ed è difficile trovarla impreparata, motivo per cui la Roma fa fatica a trovare il varco giusto. Gli ospiti, però, accelerano con Nainggolan che arriva sul fondo e crossa, ma il portiere di casa blocca la palla senza problemi. La prima vera occasione della partita si verifica al 22′ quando El Shaarawy sfrutta un errore di Felipe, carica il destro e sfiora il gol del vantaggio.

Qualche segnale in più da parte della Roma che vivacizza il gioco e si porta più volte in attacco. Ancora El Shaarawy ci riprova al volo, ma Meret non si lascia ingannare. Pochi minuti dopo è il turno di Nainggolan, impreciso davanti alla porta della Spal. Al 32′ ci prova Pellegrini con un destro troppo alto per impensierire Semplici. La Roma passa in vantaggio al 33′ grazie al quarto autogol a favore in questo campionato. Pellegrini mette la palla al centro, Vicari anticipa Strootman ma devia la palla in porta ed è 1-0 a favore della Roma. Giornata sfortunata per Vicari che si infortuna ed è costretto ad abbandonare il campo. Da ricordare che Vicari ha un passato nelle minori della Roma, ma è un tifoso laziale dichiarato…

Sul finale, Nainggolan serve Pellegrini che sfiora il raddoppio. L’autorete di Vicari e poi l’infortunio scombinano i piani di Semplici e favoriscono il gioco della Roma che domina il match. Al 46′ Meret salva la Spal da un tentativo di El Shaarawy, pericolosissimo a tu per tu con il portiere di casa.

Secondo tempo nel segno di Schick
La Roma inizia il secondo tempo nel migliore dei modi. Nainggolan, infatti, al 52′ raddoppia con un destro dal limite, segnando il suo quarto gol in campionato (gli ultimi due realizzati in trasferta). Era dal 25 febbraio, contro il Crotone, che la Spal non subiva due reti in una partita di Serie A. La squadra di Semplici prova a reagire e lo fa con Paloschi che sfodera un buon destro, ma Alisson allontana il pericolo. Passano pochi minuti e la Roma segna il terzo gol. Merito di Schick, che trova il primo gol in serie A. Assist da calcio d’angolo di Pellegrini e colpo di testa di Schick che, da posizione ravvicinata, batte Meret e segna lo 0-3. L’ex Samp spezza un digiuno che in Serie A durava da addirittura un anno: l’ultima rete risaliva al 29 aprile del 2017, nella gara proprio contro il Torino terminata 1-1. La Spal risponde con Antenucci che con grande personalità mira la porta, ma Alisson alza la palla sopra la traversa. Poi, Lazzari entra in area dalla sinistra e scarica un destro sul primo palo da posizione defilata, ma la palla colpisce la rete esterna. Quando mancano quindici minuti alla fine della partita, la Roma si porta ancora in avanti con El Shaarawy che colpisce la palla di testa e, in tuffo, centra in pieno il palo. Poi Under, su calcio di punizione, sfiora il quarto gol. Finisce così. La Spal interrompe una striscia di imbattibilità in Serie A che durava dal 18 febbraio, mentre la Roma festeggia e inizia a pensare al Liverpool.
(sky sport)

Written by