Il Mercato delle chiacchiere – Spunta Manu Garcia (e Ilicic). Sono già 38 i giocatori “accostati” alla Roma

Chiacchiere, sussurri, molto più probabilmente bla bla bla basati sul nulla. Il mercato si è appena chiusa, ma la porta delle parole in libertà è sempre aperto…

MANU GARCIA & ILICIC – La lista di Monchi continua a sfornare nomi. Tra i giovani visionati dal ds spagnolo c’è, infatti, pure Manu Garcia. Il centrocampista spagnolo, classe ’98, che sta impressionando in Olanda con la maglia del Nac Breda e che è di proprietà del Manchester City. Le prestazione di Garcia non hanno lasciato indifferente Guardiola che però non potrebbe garantirgli il posto da titolare. Da qui l’inserimento della Roma. Non solo mercato estero però. Monchi, infatti, ha sondato il terreno pure per Ilicic dell’Atalanta. Lo sloveno a 30 anni ha l’ultima possibilità di approdare in una grande, ma a Trigoria non tutti sono convinti dell’operazione vista la sua cronica discontinuità. In Spagna, infine, accostano ancora il nome di Kovacic alla Roma.

ALISSON & UNDER – La Liga spagnola li tenta, la Roma per ora resiste. I due protagonisti di questo inizio 2018 sono stati Alisson Becker e Cengiz Under, il portiere brasiliano e l’esterno turco che oggi valgono molto di più di quanto sono stati pagati, e che hanno permesso alla Roma di Di Francesco rilanciarsi in Champions League e in campionato. A far gola ai club di mezza Europa è soprattutto Alisson. Dopo il Liverpool, si sta facendo sotto il Real Madrid come rilanciato ieri dalla stampa spagnola. I “Blancos”, secondo il quotidiano Marca, hanno messo il romanista come primo nome della lista e sono pronti a offrire 60 milioni per strappare via l’estremo difensore della Seleçao. Monchi è da tempo al lavoro con l’entourage di Alisson per aumentare l’ingaggio (da 1,5 a quasi 4 milioni, senza clausola rescissoria) e allontanare le sirene del Real. Lo stesso Alisson ha giurato fedeltà alla Roma. Le attenzioni, però, non sono concentrate solo sul portiere. Come ammesso da Monchi “l’agente di Under, Bayram Tutumlu ha uno stretto rapporto con il Barcellona, che ha seguito Cengiz Under in questi mesi”. Monchi, inoltre, ha detto che il Barça non è l’unico club interessato al giocatore turco: “Sappiamo che molte squadre importanti lo seguono”. Probabilmente riferendosi ad Arsenal e Manchester City. La Roma lo ha prelevato l’estate scorsa dal Basaksehir per 14 milioni, in estate potrebbero arrivare proposte vicine ai 30, sopratutto se Cengiz dovesse stupire al Camp Nou il prossimo 4 aprile nella sfida dei quarti di finale di Champions. Anche in questo caso però il club di Pallotta cercherà di opporre resistenza, e rimandare al mittente le offerte.

LAROMA24.IT (Matteo Arceri) – Dal 1° febbraio ad oggi, dalla chiusura della sessione di calciomercato, molti sono stati i nomi di calciatori accostati alla Roma, ben 38. Voci, indiscrezioni, fughe di notizie, conferme e poi smentite: è ciò che ha caratterizzato questi due mesi appena trascorsi.

PORTIERE – Tra i giocatori che vengono dati in partenza c’è Alisson, le cui prodezze fatte vedere tra i pali hanno incuriosito i più grandi club d’Europa, tra cui Real Madrid, Liverpool e Psg. Di conseguenza sono stati avanzati i nomi dei possibili sostituti dell’estremo difensore brasiliano. Si è parlato del giovane portiere classe ‘98 del Malmoe, ora in prestito al Trelleborg, Marko Johansson che, secondo le ultime indiscrezioni, avrebbe già raggiunto un accordo con la società giallorossa per una cifra di 2 milioni di euro + 1,5 di bonus. Ma si è detto che lo svedese si sarebbe mosso soltanto se gli fosse stato assicurato un posto da titolare nella squadra, poi sono arrivate le smentite di Monchi: “Non conosco questo portiere”, e infine quelle dell’allenatore del Trelleborg, Patrick Winqvist: “Sono a conoscenza di queste voci, ma secondo me non sono vere”. Sempre secondo le voci di mercato, si sarebbero innescati dei duelli con il Napoli per Alban Lafont, Lucas Perri e Geronimo Rulli. Gli altri nomi che sono stati avvicinati ai colori giallorossi sono stati quelli di Sergio Asenjo e dell’italiano Mattia Perin su cui il direttore sportivo del Genoa, Giorgio Perinetti, si è espresso così: “Perin può andare alla Roma”.

DIFESA – Sono stati fatti anche i nomi di alcuni difensori che sarebbero stati vicini alla Roma. Si continua a fare quello di Clement Lenglet, centrale difensivo del Siviglia, già seguito nella scorsa stagione dal direttore Monchi. L’altro centrale che piace ai capitolini è il turco classe ’96 del Friburgo, Caglar Soyuncu, su cui il direttore sportivo ha dichiarato: “E’ un giocatore importante, è un ragazzo che seguiamo e sappiamo quanto sia talentuoso”. Nonostante a gennaio sia stato acquistato Jonathan Silva per fare il vice-Kolarov (ma fino adesso mai schierato) il ds spagnolo avrebbe puntato il terzino sinistro del Feyenoord, Tyrell Malacia e il difensore della Dinamo Zagabria, classe 2000, David Colina. A confermare le voci su quest’ultimo è stato Giovanni De Vito, agente Fifa che cura gli interessi del giocatore, il quale ha dichiarato: “ La Roma ha chiesto delle informazioni con Balzaretti: con Federico ci siamo sentiti telefonicamente proprio per parlare di lui”. La probabile partenza di Bruno Peres e il rinnovo del contratto di Florenzi ancora in bilico, hanno fatto sì che i dirigenti capitolini guardassero anche in casa del Montpellier in cui gioca Nordi Mukiele, classe ’97, inseguito anche da molti club della Premier, della Bundesliga e dal Marsiglia di Rudi Garcia.

CENTROCAMPO – La maggior parte dei calciatori che in questi giorni sono stati accostati alla Roma sono per lo più centrocampisti. Complice anche le continue voci di mercato che vorrebbero Nainggolan e Strootman lontani da Trigoria. Allora sono stati avanzati i nomi di Dani Ceballos, classe ’96, che non sta trovando molto spazio nel Real Madrid di Zidane e per questo si vorrebbe accasare in un altro club. Nonostante le notizie di una possibile offerta giallorossa fatta recapitare ai blancos, definita ‘bestiale’, la società di Pallotta ha voluto smentire affermando: “Ceballos e la Roma? Non è vero nulla”. Un altro giocatore che non ha trovato minutaggio nel Real Madrid è Mateo Kovacic, sul quale è piombato l’interesse della Roma che è disposta a far di tutto pur di portarlo nella Capitale nella prossima estate. Poi si è parlato di diversi giovani: il classe ’97 dell’Ajax Frenkie de Jong; un altro classe ’97, di nazionalità turca, Yusuf Yazici, in forza al Tranzbonspor; il ventenne del Werder Brema II (nella terza serie tedesca), Idrissa Touré; il 23enne Mijat Gacinovic, militante nell’Eintracht Francoforte. Torna in voga anche il nome di Razvan Marin, classe ’96 di nazionalità rumena, seguito da Sabatini quando era ancora ds della Roma e ora diventato obiettivo di mercato di Monchi. Dopo il colpo Schick, i giallorossi avrebbero puntato un altro talento della Sampdoria di Massimo Ferrero, l’uruguaiano Lucas Torreira, ma, su stessa ammissione del suo agente, Pablo Bentancur: “Il Napoli è in pole position”. Mai nascosto invece l’interesse per Milan Badelj, che i dirigenti giallorossi avrebbero voluto portare a Trigoria sin dai tempi di Spalletti.

Le altre indiscrezioni che sono filtrate riguardano la proposta di 35 milioni di euro che la Roma avrebbe inviato all’Ajax per acquistare il cartellino di Hakim Ziyech, e all’Atalanta per accaparrarsi Bryan Cristante, anticipando in tal modo la concorrenza della Juventus. Tra gli altri è stato fatto anche il nome del centrocampista del Siviglia, Franco Vazquez, il quale ha dichiarato: “La Roma è un grande club, ma non c’è niente di concreto”; quello di Niccolò Barella, giovane talento del Cagliari, su cui Monchi ha chiesto informazioni tramite il suo procuratore Alessandro Beltrami, che è lo stesso che cura gli interessi di Nainggolan. Poi ci sono quei giocatori che sono stati considerati delle opportunità che la Roma potrebbe cogliere perché non hanno intenzione di rinnovare il contratto con le rispettive società, liberandosi così a parametro zero. Tra questi, Joao Moutinho centrocampista del Monaco, il classe ’99 del Corinthians, Fabricio Oya e Fellaini pronto a lasciare il Manchester United. Infine ci sono quei giocatori che sarebbero stati a un passo nel vestire la maglia giallorossa. Si tratta di Nicolas Castro, del Newell’s Old Boys, il quale ha sostenuto un provino a Trigoria per capire quali fossero le sue qualità, e il ventenne Ante Coric, stella della Dinamo Zagabria, il quale sarebbe stato già acquistato per 12 milioni di euro, ma la cui operazione non può essere ufficializzata a causa del fair play finanziario.

ATTACCO – Indiscusso protagonista della sessione di calciomercato invernale è stato Edin Dzeko che stava sul punto di lasciare Roma per accasarsi a Londra, sponda Chelsea. Ma a giugno cosa accadrà? Intanto Di Francesco ha riscontrato dei seri problemi nel ruolo di esterno destro che ha cercato di risolvere riadattando in quella posizione Schick, Under e Defrel, con a volte scarsi risultati. Ecco allora le possibili soluzioni di mercato: André Almeida, esterno destro di 28 anni, in forza al Benfica, il cui costo richiesto è di 15 milioni di euro. Alexandre Lacazette che, stretto dall’arrivo di Pierre-Emerick Aubameyang potrebbe voler lasciare, dopo solo un anno, l’Arsenal, per trovare più spazio altrove. Justin Kluivert, figlio dell’ex giocatore di Ajax, Milan e Barcellona, classe ’99, le cui qualità hanno attirato le attenzioni di Monchi e non solo, anche quelle di Tottenham e Manchester United. Anderson Talisca, di proprietà del Benfica e ora in prestito al Besiktas, attaccante su cui Monchi ha dichiarato: “Ci piace, ma non abbiamo fatto nessuna mossa”. Infine i turchi appena diciottenni Yunus e Sefa Akgun presto potrebbero giungere a Trigoria per sostenere un provino sotto gli occhi del ds spagnolo. Sono stati avanzati anche i nomi di attaccanti italiani, tra cui quello di Simone Verdi, il quale secondo le ultime indiscrezioni avrebbe rifiutato l’offerta del Napoli di 25 milioni di euro perché dietro ci sarebbe stata una trattativa con la Roma, e quello di Mario Balotelli, che dopo la sua esperienza col Nizza sembrerebbe aver rimesso la testa a posto e sarebbe pronto dunque a tornare in Italia con una maggiore maturità. Non ci si è dimenticati dell’esterno algerino Riyad Mahrez, il tormento di Monchi della scorsa estate, il quale aveva offerto al Leicester 45 milioni di euro ma che il club inglese aveva rifiutato. La notizia dell’ultima ora riguarda l’interesse della Roma per l’attaccante dell’Atalanta, Josip Ilicic, che con la maglia neroazzurra ha già segnato 14 reti in 37 presenze tra campionato e Europa League.

Dunque ricalcolando tutti i nomi, da febbraio a oggi sono stati circa 38 i nomi accostati alla Roma e sicuramente da qui all’inizio della sessione di mercato estiva se ne faranno altri tra conferme e smentite. la maglia giallorossa.

Written by