Il fallo non visto da Orsato? La Gazzetta racconta un’altra storia…

Partita difficile per Orsato e la squadra arbitrale. Gli episodi chiave al 43’. Cominciamo dal cross da sinistra di Ramirez: Kolarov buca completamente il rinvio e colpisce col braccio destro largo la palla, che sarebbe finita con ogni probabilità a Quagliarella, solo in area. Grazie alla Var Orsato – seppur in ritardo – concede il rigore, poi segnato da Quagliarella: giusto e ci starebbe anche il giallo a Kolarov, sebbene non sia più automatico in caso di mani su cross. La Roma protesta però per un contrasto precedente tra Strootman e Ferrari, che genera poi l’azione del penalty: l’olandese cerca il dribbling, il difensore blucerchiato si frappone, non seguendo la direzione della palla. Il guardalinee Paganessi segnala il fallo, Orsato fa ampi cenni di no e lascia proseguire. Il contatto c’è, anche se Strootman frana in maniera sospetta su Ferrari, che non aumenta il suo volume con le braccia. Si poteva fischiare? Sì, anche se Orsato arbitra «all’inglese» ed è a suo modo coerente.
————–
La Gazzetta è sempre la Gazzetta: vede e racconta tutto a modo suo…

Written by