Evviva! E’ finito il digiuno di Patrik Schick (dopo un anno esatto…). “Finalmente! Ho aspettato tanto”

Patrik Schick si sblocca in campionato. Il digiuno in campionato dell’attaccante ceco della Roma si è finalmente interrotto con la rete del 3-0 della Roma sul campo della Spal. Il primo gol in campionato in maglia giallorossa (secondo stagionale dopo quello al Torino in Coppa Italia). Schick non segnava in Serie da quasi un anno esatto: l’ultima rete in Serie A risale infatti al 29 aprile 2016, quando ancora vestiva la maglia della Samp, nell’1-1 con il Torino.

Un gol atteso da tempo, un buon segnale pensando al Liverpool.
Finalmente, ho atteso troppo a lungo. Voglio lavorare per la squadra, così il gol arriverà.

Non si aspettava una stagione difficile ma ha tenuto duro. Troppa pressione?
Si, esatto. L’inizio di questa stagione non è stato come credevo, visti i tanti infortuni. Ora non ho più fastidi, sono felice di aver finalmente segnato.

Dzeko tifava per lei in panchina. Importante avere l’appoggio dei compagni?
Edin è un mio grande amico, sono felice che anche lui sia contento e del suo supporto.

3-0, il modo migliore per arrivare al Liverpool.
Sicuramente, non era una partita facile. Faceva molto caldo, è un risultato importante in vista del Liverpool. Ora la prepareremo, sperando di vincere.

Che squadra ci sarà ad Anfield?
Dovremo essere cattivi come nella gara conil Barça.

Manca un gol in Champions…
Sì, speriamo di farlo (ride, ndr).

SCHICK A SKY SPORT

Spal in forma e pensieri al Liverpool, invece è stata la Roma più bella della stagione. Grande prova di forza…
Sì era molto importante per la nostra fiducia oggi, adesso possiamo preparare Liverpool con la testa pulita, dobbiamo essere cattivi

Tanto turnover, siete tutti motivati.
S+, il nostro mister è una brava persona parla sempre con noi e questo è importante quando senti la fiducia

Dopo il gol hai sorriso tanto. Significa tutto il gol?
Sono stato felice e anche tutta la panchina era felice come me

Ambiente Roma ti ha dato sempre fiducia.
Sicuro, devo ringraziare tutti quelli che mi hanno dato fiducia, per me così è più facile

L’hai toccata sul secondo gol?
No, volevo ma non l’ho toccata.

(LR24)

Written by