Dirigente a Trigoria o giocatore a Miami? Totti deve decidere: il futuro della Roma resta sempre in bilico

Domenica sera Totti è entrato in campo nel recupero, per due minuti, e non ha toccato mai il pallone. Alla fine è filato negli spogliatoi, senza andare con i compagni sotto la curva Sud, perché per lui era come non essere mai entrato. La faccia scura, lo sguardo in direzione ostinata e contraria a quella di Spalletti. È andato via dall’Olimpico da un’uscita secondaria.

La domanda è: dopo l’addio del 28 maggio Totti e Spalletti potranno lavorare insieme, uno come dirigente e l’altro come allenatore? E’ la speranza del neo ds Monchi.

Dicono in tanti che Spalletti abbia già deciso di andare via. Paradossalmente la vittoria di domenica sera può allontanarlo dalla Roma e avvicinarlo all’Inter. La Roma ha già una soluzione, la lista è breve: Emery, Paulo Sousa e Di Francesco. C’è una sola destinazione che Totti, invece, prenderebbe in considerazione da calciatore: il Miami F.C., allenato dall’amico Alessandro Nesta. (corsera)

TURCHIA – L’Antalyaspor sogna in grande. Non solo Mario Balotelli, obiettivo caldo per l’attacco della formazione turca. Secondo quanto raccolto da tuttomercatoweb.com, la società di Antalya sta facendo un’offerta da una stagione con opzione per la seconda, da 2 milioni, a Francesco Totti. L’Antalyaspor sogna un grande numero 10. E il grande nome è quello di Francesco Totti, già corteggiato in passato dal club turco.

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *